18 LUGLIO - I LUOGHI DELLO SPIRITO E DEL TEMPO 2024

Collegium Musicum Classense ETS
Antico e non solo
MENU
Vai ai contenuti

18 LUGLIO

CONCERTI
Giovedì 18 luglio
Voltana - Santuario dell’ Arginino
Via Comunetta 7

ore 21

ENSEMBLE GAMUT

IL SOGNO DEL PASTORE
nel cuore dell’Estonia medievale

Aino Peltomaa - voce, arpa, percussioni,
soittu (Flauto da pastore  finlandese)
Ilkka Heinonen - jouhikko (Lira ad arco), voce
Juho Myllylä - Flauto dolce, voce

************
L’area di quella che oggi è conosciuta come Finlandia è sempre stata un interessante crogiolo tra est e ovest. È probabile che le prime influenze cristiane siano venute alla Finlandia dalla Chiesa ortodossa orientale, dato che le parole che descrivono la croce (risti), prete (pappi) e pagano (pakana) hanno le loro origini in un antico dialetto russo. La collezione Fragmenta membranea della Biblioteca Nazionale di Finlandia conserva i primi manoscritti sopravvissuti contenenti notazione musicale in Finlandia, rinvenuti nelle zone sud-occidentali del paese dove si trovava la città di Turku il centro intellettuale e musicale della Finlandia medievale. La scuola della Cattedrale di Turku fu fondata nel XIII secolo sotto una forte influenza domenicana, in contrasto con il cristianesimo ortodosso nelle regioni orientali della Finlandia, che erano sotto il potere di Novgorod. Le fonti musicali medievali sopravvissute dalla Finlandia sono molto scarse, essendo il paese poco urbanizzato rispetto all’Europa centrale. Gli storici considerano che l'era medievale in Finlandia durò dal XIII al XVI secolo. Turku era una delle città più grandi del Regno di Svezia, al quale apparteneva la Finlandia, ricca di scambi culturali: i primi messali sopravvissuti di Turku includono inni e canti provenienti da Maastricht, Parigi e Utrecht. Un documento domenicano del 1254 che menziona Tuomas di Skänninge rappresenta la prima fonte scritta di un musicista attivo in Finlandia.
Il nostro programma è costruito attorno a canti, antifone, introiti e graduali selezionati dal Missa et officium Sancti Henrici, combinati con canti runici tradizionali e improvvisazioni.




 





COLLEGIUM MUSICUM CLASSENSE© 2024
Torna ai contenuti